store   l   fotogallery   l   albinoleffe news   l   web tv   l   facebook   l   twitter   l   newsletter   l   scrivici         
 
AlbinoLeffe News   L'avversario visto dalla panchina

L'avversario visto dalla panchina
Lunedì 27 Ottobre 2008 12:22
Share |
di Andrea Bruniera

Domani sera farĂ  visita all’Albinoleffe una squadra molto pericolosa, l’Ascoli, fresca di cambio d’allenatore e  reduce da tre sconfitte consecutive, quindi una squadra con delle evidenti difficoltĂ , ma con un organico di prim’ordine che farĂ  di tutto e di piĂą per uscire da un periodo totalmente negativo.

Sabato scorso c’è stata la prima panchina per Chiarenza, neo allenatore bianconero, che ha apportato subito delle novità tattiche, nonostante un solo allenamento con la nuova squadra.

Dal 4-4-2 collaudato di Di Costanzo è passato ad un 4-3-1-2, modulo che a volte utilizzava anche con la Primavera della Juventus, e non è facile capire come si presenterà martedì sera in quel di Bergamo, dato che i risultati del campo non sono stati propriamente entusiasmanti.

Potremmo trovarci di fronte a delle diverse e impreviste  soluzioni tattiche, anche in virtĂą del fatto che potrebbero tornare a disposizione giocatori per loro fondamentali, come Pesce e Guberti.

Tra i pali ci sarà certamente il veterano Taibi, un po’ altalenante nel rendimento in questo primo scorcio del campionato.

La linea difensiva, se sarà a quattro, dovrebbe essere composta da Nastos a destra, Melucci e Cioffi centrali, data anche l’indisponibilità di Micolucci, e Giallombardo o Pesce a sinistra.

Con un ipotetico centrocampo a 3, troverebbero posto Di Donato al centro, Belinghieri a destra e Luci a sinistra.

Passiamo all’attacco dove, a mio parere, diventa determinante nella scelta tattica da perseguire, la disponibilità o meno di Guberti. Se Guberti fosse in grado di scendere in campo, l’Ascoli potrebbe schierarsi con due esterni d’attacco, resistenti e qualitativi come Sommese e Guberti stesso, ovviamente, schierando una sola punta centrale di riferimento che sarebbe Bucchi, se disponibile dopo l’infortunio di Piacenza, o Soncin, o il redivivo Masini.

Ipotizzando un non utilizzo di Guberti, l’Ascoli potrebbe far giocare un trequartista dietro due punte, come è successo sabato scorso contro il Cittadella, quando Sommese è stato schierato a supporto del tandem Soncin – Masini, come detto prima Bucchi non era disponibile.

Non è escluso che, dato il momento difficile, Chiarenza  decida di apportare delle sostituzioni, e faccia entrare in campo dall’inizio giocatori che fino ad oggi hanno trovato meno spazio, sgravando da responsabilitĂ  e pressioni alcuni “titolari”.

Se invece, il tecnico non fosse rimasto soddisfatto dall’esperimento di sabato pomeriggio e decidesse di tornare al centrocampo a 4, troveremmo sugli esterni Guberti a sinistra e Sommese a destra, mentre a dirigire le operazioni al centro ci sarebbero, Luci che Chiarenza conosce bene per averlo avuto con sé nelle giovanili della Juventus, e uno tra Di Donato e Belinghieri. In attacco verrebbero schierati quasi sicuramente Bucchi (se disponibile) e Soncin.

Per tutti questi svariati motivi, questa settimana è abbastanza difficile avere un’idea chiara e precisa dell’avversario che dovremo affrontare, ma è sicuro che non farà difetto di determinazione, grinta, orgoglio e cattiveria agonistica, perciò servirà una prestazione superlativa, da parte della nostra squadra, per raggiungere quella vittoria che tutti stiamo aspettando da un po’ di tempo.


 
 
 
Linea diretta
 
 
 

 
   
 

2009-2018©Unione Calcio AlbinoLeffe S.r.l. P. IVA 02403060169 Codice Fiscale: 02403060169 Capitale Sociale Euro 2.907.679,00 interamente versato
CCIAA: BG 02403060169 REA: BG 287038 Credits www.dpsonline.it